Contemporaneamente alla prima apertura pubblica della propria Galleria, nel 1793, il Conte Giacomo Carrara volle che nello stesso luogo si iniziassero i corsi di disegno e di pittura. Solo nel 1810 però, con l'incarico di Professore dato a Giuseppe Diotti e dopo la costruzione di un nuovo edificio in forme neoclassiche progettato dall'architetto Simone Elia, allievo di Leopoldo Pollack, per la Scuola iniziò un periodo di più significative di attività. In ordine di tempo i direttori susseguitisi alla guida della Scuola sono stati: Giuseppe Diotti, Enrico Scuri, Cesare Tallone, Ponziano Loverini, Luigi Brignoli, Achille Funi, Trento Longaretti e infine, dopo circa dieci anni caratterizzati dall'avvicendarsi di vari responsabili, Pierluigi De Vecchi, Mario Cresci e Maria Grazia Recanati attuale direttore in carica.
L'Accademia Carrara di Belle Arti
Ospitata sino al 1912 nell'edificio ottocentesco che accoglieva anche la Pinacoteca, la Scuola acquisisce dal 1992 una maggiore autonomia. Divenuta Accademia di Belle Arti legalmente riconosciuta dal 1988 dispone attualmente di una propria sede, adiacente alla Pinacoteca, ove oltre trenta docenti svolgono l'attività didattica per circa cento allievi.Oggi l'Accademia Carrara di Belle Arti raccoglie la ricca eredità culturale del passato, per altro anche ampiamente testimoniata nella Pinacoteca, coniugandola a una precisa volontà innovativa sul piano del contenuti e delle modalità organizzative delle attività con l'inserimento, al fianco dell'insegnamento artistico, di discipline collegate alla cultura del progetto e della comunicazione visiva al fine di promuovere le potenziali attitudini dei giovani attivando uno stretto dialogo con l'economia e la realtà produttiva del territorio oltre che con le attività promosse presso la Galleria d'Arte Moderna e Contemporanea.   
Per maggiori informazioni si consultino le pagine web dell’Accademia Carrara di Belle Arti