Premio Sandro e Marialuisa Angelini: inaugurazione mostra e premiazione

Premio Sandro e Marialuisa Angelini Accademia Carrara - Museo
Salone d'onore
Inaugurazione 24 ottobre, ore 18.00
Fino al 26 novembre
orari di apertura 10-13, 14.30-17.30
La premiazione avrà luogo in occasione dell'inaugurazione della mostra.

Scarica il verbale della giuria in formato .pdf (79 Kb)

Gli artisti che non sono stati selezionati per la mostra possono ritirare le proprie opere che sono a disposizione nei locali dell’accademia carrara di belle arti di bergamo. Gli imballaggi particolarmente elaborati sono stati conservati.

Per informazioni scrivere a segreteria@accademiabellearti.bg.it

Giornata di studi su Giovanni Carnovali, detto IL PICCIO
Autoritratto del PiccioLunedì 18 dicembre 2006 Leggi il programma della giornata

Galleria d’Arte Moderna, Salone delle Colonne Milano, via Palestro 16 Scarica l'invito in formato .pdf (718 Kb)

Preghiamo dare conferma della propria partecipazione ai seguenti recapiti:
tel. 0372 39569 - fax. 0372 461109 - e-mail: pressapic@digicolor.net
Approfondisci la conoscenza di Giovanni Carnovali detto il Piccio consultando il catalogo delle opere esposte in Accademia

Madonna col Bambino: visite guidate
Dal 9 settembre al 29 ottobre visite guidate gratuite alla Sala che ospita la "Madonna col Bambino" di Andrea Mantegna;
tutti i sabati e le domeniche gli orari di partenza delle visite saranno: 10,30 e 11,30 la mattina; 15,30 e 16,30 il pomeriggio.
Vai alla scheda del dipinto

Gli incontri estivi
Gli appuntamenti domenicali gratuiti organizzati dagli Amici della Carrara insieme con il Gruppo guide Giacomo Carrara, restano a far compagnia ai bergamaschi che trascorrono l'estate in città, e ai turisti che il Museo accoglie sempre con attenzione. Domenica 2 luglio Ilaria Capurso si soffermerà su una tipologia sacra con l'incontro intitolato: Dalla chiesa al Museo, storie di polittici.
Domenica 8 agosto invece Giovanni Dal Covolo parlerà de La bellezza femminile, parabola di un'evoluzione del gusto.
Il 3 settembre poi sarà la volta di Paolo Plebani per La saga di una famiglia: i Bellini.
L' appuntamento è come sempre per tutti all'ingresso del Museo, nel Salone d'Onore, alle ore 15,30. E' gradita la prenotazione:al n. 035.399677 oppure all'indirizzo e-mail guide.carrara@tiscali.it.
Ricordiamo anche che il 10 settembre riprende la serie "Il filo di Arianna", visite guidate gratuite per i bimbi e i loro genitori, con due itinerari paralleli sulla storia di Piramo e Tisbe, condotti da Lorenzo Geroldi per i bambini e Ornella Colombo per gli adulti.

La Donazione Daina de' ValsecchiHedaLa nebbia

Venti tele, tra il XVI e il XX secolo, che grazie alla generosità di Graziella Gallinari Daina arricchiscono il patrimonio della Pinacoteca bergamasca. Tra i dipinti, recentemente restaurati da Eugenia De Beni e Minerva Tramonti Maggi grazie al contributo della Società di Gestione del Risparmio Anima di Milano, si potranno ammirare un Ritratto di gentildonna di Enea Salmeggia detto Il Talpino, due ovali di ambito del Magnasco e un altro di scuola di Fra Galgario.
Il restauro delle opere ha inoltre riservato la clamorosa scoperta di una firma: quella di Paolo Maria Bonomino, riapparsa sotto un bel Ritratto di un gentiluomo.


Dal 18 giugno al 17 settembre : Capolavori in trasferta:..e Marco Basaiti vola a Washington
Il Cristo Redentore di Marco BasaitiIl concerto di Giovanni CarianiIl Cristo Redentore di Marco Basaiti, olio su tavola firmato e datato 1517, già di proprietà del conte Giacomo Carrara e documentato nella collezione del Museo fin dalla sua fondazione, è in mostra da domani 18 giugno nella esposizione ordinata alla National Gallery of Art di Washington intitolata Bellini, Giorgione, Titian, and the Renaissance of Venetian Painting (fino al prossimo 17 settembre ).
Si tratta di una importante occasione offerta al pubblico d'oltreoceano di osservare straordinari capolavori come I tre filosofi di Giorgione, Il Baccanale di Tiziano o il Busto di donna di Lorenzo Lotto proveniente da Digione, che si riunisce al suo "coperto" allegorico raffigurante Il sogno di fanciulla (o l'Allegoria della castità), di proprietà dello stesso museo di Washington (il quale possiede e mette in mostra anche il "coperto" del ritratto del Vescovo De Rossi, sempre di Lotto, con l'Allegoria del Vizio e della Virtù).
L'opera di Basaiti, restaurata per l'occasione da Alberto Sangalli, è stata richiesta allo scopo di offrire un panorama il più possibile completo della pittura rinascimentale di area veneta, rappresentata anche da un gruppo di autori bergamaschi tra cui, oltre a Lotto, compaiono Palma il Vecchio, presente anche con due opere profane ( Ritratto di Poeta e Bagno di ninfe) e Giovanni Cariani di cui il museo espone il Concerto. A latere della mostra numerose interessanti iniziative di promozione della cultura italiana che possono essere visionate nel sito http://www.nga.gov/press/exh/191/images.shtm, dove sono collocate anche tutte le immagini delle opere esposte.

A partire da fine giugno: Pittori bergamaschi dalla A alla Z
Copertina del dizionarioArriverà in libreria a fine giugno il Dizionario Biografico dei Pittori Bergamaschi, curato dallo storico dell'arte Fernando Noris e pubblicato dalle Edizioni Bolis.
Utilizzando come riferimento la ricognizione effettuata nella nota collana dedicata a "I Pittori Bergamaschi", il nuovo dizionario si propone tuttavia di essere uno strumento di divulgazione, offrendo a tutti gli interessati una chiave di lettura immediata e agevole della storia dell'arte bergamasca.
Ordinate alfabeticamente - da Angelo Acerbis a Francesco Zucco, passando per Agazzi, Brignoli, Cariani, Loverini, Piccio, Previtali, Trussardi Volpi e tutti gli altri - nel dizionario enciclopedico si succedono, dunque, oltre 1000 schede biografiche, redatte da Noris con la collaborazione di Nives Gritti e Roberta Mazza, che ripercorrono vita e opere di 950 pittori, tutti nati a Bergamo o comunque da famiglia bergamasca, entro il 1899. A questo nucleo si aggiunge una sezione dedicata a 150 pittori forestieri che operarono a Bergamo in particolare nel ‘600 e nel ‘700.
Ad accompagnare la lettura delle schede sono delle note bibliografiche essenziali e un apparato iconografico ricco di circa 300 illustrazioni a colori e in bianco e nero.
Il prezzo di copertina del volume è di 35 € ma è riservato un prezzo speciale (30 € + 5 € di spese di spedizione) a chi effettua fin d’ora la prenotazione rivolgendosi a Bolis Edizioni, tel. 035.4203344.

Dal 24 giugno al 23 settembre: Le iniziative della Carrara per vivere la cultura..
Musei di notte 2006Sabato 24 giugno ritorna nei musei di città e provincia la suggestiva atmosfera di MUSEI DI NOTTE/LA NOTTE DEI MUSEI, la manifestazione che ogni estate offre al pubblico un modo alternativo e coinvolgente di vivere i musei, la cultura e la città. E poichè il museo è luogo privilegiato di dialogo e scambio tra culture diverse, il tema di questa edizione è lo "Straniero" inteso nel suo significato di Extra-ordinario, fonte di interesse, confronto e arricchimento.

 


LA GAMeC
Dipinto di MorandiApertura straordinaria dalle 19 alle 24 per tutte le proposte espositive:

il nuovo allestimento della Collezione Permanente,
le personali di Giulio Paolini e Mario Finazzi,
gli "Eldorado" di Keren Cytter e Mircea Cantor,
le mostre collettive: Aesthetics/Diethetics Premio Lorenzo Bonaldi per l’Arte - EnterPrize; Debutto d’artista. I Premi di Incoraggiamento 1942-1964; Da 1 a 100. Le Medaglie del Circolo Numismatico Bergamasco.
Nel cortile, Bar multietnico: drinks e specialità dei Cinque Continenti a cura della cooperativa La Magnolia

Generazioni a confronto
Quattro allievi dell'Accademia di Belle Arti si confrontano con l'arte antica attraverso lavori realizzati ad hoc su opere del Museo.
Si comincia sabato 8 luglio con l'esposizione dell'opera E' contemporaneamente di Fabio Barcella, per continuare sabato 22 luglio con Lo riconobbero allo spezzare del pane di Paolo Fumagalli.
Sabato 26 agosto il Museo ospiterà Untitled di Giovanni De Lazzari e sabato 9 settembre Cor, cordis di Emma Ciceri.

Fino al 13 agosto: Capolavori in trasferta: paesaggi in mostra a Sarnico

Paesaggio con pastore e mandrie di Pietro Mulier detto il TempestaE' allestita fino al 13 agosto al Museo civico d'arte e del territorio "Gianni Bellini" di Sarnico, la mostra Paesaggi, vedute e capricci del '600 e del '700 lombardo e veneto, che riunisce 52 opere - tra dipinti, stampe e disegni - provenienti dal nostro Museo, oltre che da collezioni private. Il visitatore ha così l'occasione di ammirare opere preziose di autori come il Canaletto, Antonio Maria Marini, Alessandro Magnasco, Pietro Mulier detto il Tempesta ( sopra, il suo Paesaggio con pastore e mandrie), Francesco Zuccarelli, Apollonio Domenichini e Giuseppe Bernardino Bison, per mettere a confronto interpretazioni diverse del paesaggio, genere particolarmente frequentato dai pittori fra il XVII e il XVIII secolo. L'esposizione propone dunque un'affascinante galleria di paesaggi rurali e fluviali, ora a tinte fosche come nel gusto barocco, ora arcadici e idilliaci come avviene nel XVIII secolo , ma contiene anche splendide vedute di Venezia, tra cui una serie di stampe del Canaletto.
La mostra è aperta nei seguenti orari:
venerdì 20.30-22.30;
sabato 9.30-12.30 e 16-19;
domenica 10-12 e 16-20.


Dal 24 giugno fino al 7 luglio (11 luglio Libreria ARS): Giovani artisti crescono

Avrà una speciale visibilità, in questo 2006, la mostra di fine anno degli allievi dell'Accademia Carrara, che sarà inaugurata il 24 giugno prossimo in occasione della manifestazione Musei di Notte, e si proporrà su cinque diverse sedi, pubbliche e private. La novità è frutto della precisa volontà dell'istituzione di presentare giovani talenti ad un pubblico sempre più vasto, e di "fare sistema" con con realtà che operano nel settore dell'arte contemporanea nella nostra città.
Oltre che nella sede storica dell'Accademia (con l'intervento A 66), le opere saranno visibili anche:
- nel cortile della Galleria d'arte moderna e contemporanea (Uscita 3 - La misura delle cose),
- nella Galleria del Tasso (via S. Tomaso 72, con Uscita 8 - Corpi e transizioni),
- nella Galleria Ceribelli (via S. Tomaso 86, con Uscita 10 - Opere del laboratorio di incisione
- nella Libreria Ars (in via Pignolo 116, con Culla in balia).
Le mostre si potranno visitare fino al 7 luglio, tranne che per la Libreria Ars dove l'esposizione sarà prolungata fino all'11 agosto.


Ci incontriamo
Le nozze mistiche di Santa Caterina
, per la serie Il filo di Arianna, incontri gratuiti dedicati ai bambini e ai loro genitori, saranno illustrate nel doppio itinerario che partirà domenica 11 giugno alle ore 15.30: Emanuela Crippa guiderà i piccoli mentre Diego Ghitti condurrà gli adulti alla conoscenza dell' opera di Lorenzo Lotto.
E' bene prenotare al n. 035.399677 o all'indirizzo e-mail guide.carrara@tiscali.it. L' appuntamento per tutti è all'ingresso del Museo. Il filo di Arianna, Storie di Principesse, Dee e Regine raccontate dal Gruppo guide Giacomo Carrara, tornerà domenica 10 settembre con le vicende di Priamo e Tisbe.


Affreschi trecenteschi in Duomo
Immagini della presentazione
E' stata presentata lo scorso giovedì 8 giugno la preziosa indagine sugli affreschi risalenti al XIV secolo presenti nella chiesa cittadina di Santa Maria Maggiore, iniziativa che ha consentito di ricostruire virtualmente parte dell'apparato decorativo steso sulle pareti del Duomo. Nives Gritti, Silvia Capurso (appartenenti anche al Gruppo guide Giacomo Carrara) e Tosca Rossi, del Gruppo Guide Città di Bergamo, hanno illustrato rispettivamente alcuni lacerti di soggetto mariano, tra cui il più antico datato al 1336, parte dell' intervento di Pacino da Nova, pittore ma anche capocantiere responsabile di un'ampia operazione di restyling di gusto trecentesco sull'edificio, e gli affreschi strappati dalla chiesa fra cui quello con una curiosissima iconografia raffigurante La Vergine che allatta il Bambino insieme a S. Elisabetta con San Giovannino. Gli esiti delle ricerche sono confluite in un volume a disposizione del pubblico.


Auguri al conte Carrara.

Il conte Giacomo CarraraDomenica 4 giugno qualche giorno di anticipo non sarà sgradito al nobile fondatore del Museo, quando si vedrà oggetto di un incontro tenuto da Elisabetta Manca, interamente a lui dedicato e intitolato
Un compleanno da ricordare: 9 giugno. Tanti auguri al conte Carrara. L'iniziativa rientra nella serie degli appuntamenti domenicali organizzati dagli Amici della Carrara e dal Gruppo guide Giacomo Carrara. Ci si incontrerà all'ingresso del Museo alle ore 15,30. E' gradita la prenotazione al n. 035.399.677 o all'indirizzo e-mail guide.carrara@tiscali.it


I restauri dell'Antigone
il dipinto dell'Antigone

Martedì 30 maggio alle ore 18 nel Salone dell'Alcova, al primo piano del Museo, Delfina Sesti illustrerà le tappe fondamentali de Il restauro dell'Antigone di Diotti, importante intervento su una delle opere più grandi del Museo. L'appuntamento, aperto a tutti gli interessati, rientra negli Incontri del Martedì, approfondimenti tra arte, storia e letteratura organizzati dal Gruppo guide Giacomo Carrara.


Altri percorsi in Accademia
Il Piccio

Domenica 28 maggio, per la serie Altri Percorsi organizzata dal Teatro Donizetti di Bergamo, Lucia Patt Pacati condurrà alle ore 15.30 una visita guidata sul tema Il viaggio a Parigi, tappa fondamentale per gli artisti dell'Ottocento.
Il ritrovo è all'ingresso del Museo.
Sono gradite le prenotazioni al n, 035.399.677 o all'indirizzo e-mail guide.carrara@tiscali.it.

 


Per giocare con i più piccoli
Dame e cavalieri, dipinto medievale

Sabato 27 maggio, a partire dalle ore 10 i bambini, accompagnati dai loro genitori, indosseranno abiti medievali - da loro stessi realizzati con carta e stoffa e danzeranno come in una fiaba d'altri tempi, accompagnati dalle musiche di De Andrè coordinate dal maestro Dario Filippi.
Alla fine, i più piccoli condurranno gli adulti in una visita guidata ad alcune opere della Carrara, che comprenderà sia le Carte da Tarocchi sia la tavola del Trionfo d'Amore, da cui sono stati tratti i costumi medievali.


IncisionePREMIO BIENNALE DI INCISIONE “Sandro e Marialuisa Angelini”
prima edizione 2006
L’Accademia Carrara di Bergamo bandisce per l’anno 2006 la prima edizione del premio biennale di incisione “Sandro e Marialuisa Angelini”, istituito per volontà di Sandro Angelini dai figli Luì, Piervaleriano, Leonardo.
Scadenza 31 maggio 2006


Versione italiana del bandoScarica il bando (9Kb) in formato .pdf


English versionDownload English version (1Kb).pdf


UNA ROSA PER LA CARRARAGiorgio Pasotti durante la presentazione dello spot
E' Giorgio Pasotti il testimonial dello spot ideato per promuovere una nuova immagine della Carrara, voluto dall'Associazione degli Amici dell' Accademia Carrara e realizzato dall'Associazione Officina della Comunicazione, con il patrocinio del Comune di Bergamo. Nel breve filmato, Giorgio Pasotti, visitatore che gironzola distrattamente tra le sale del Museo, viene attirato da una misteriosa risata infantile e raccoglie una rosa rossa, caduta dalla tela con "Ritratto di bambina" di Cesare Tallone: l'opera diventa viva, in un messaggio che vuole restituire freschezza e attualità all'arte.
"L'Accademia Carrara merita la tua attenzione" è lo slogan dell'iniziativa, che sarà trasmessa prossimamente sulle tv locali in attesa di entrare nel circuito televisivo nazionale.


PER LA SETTIMANA DELLA CULTURA 2006 dal 2 al 9 aprile 2006
Incontri, restauri e nuove acquisizioni:
il progetto di Pollack per la sede del Museo, le tavole restaurate di Bergognone e, per la prima volta, la donazione Daina de' Valsecchi.Il Museo dell’Accademia Carrara partecipa dal 2 al 9 aprile alla VIII Settimana della Cultura promossa dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali con l’obiettivo di offrire al pubblico occasioni di approfondimenti e riflessioni legati al mondo dell’arte e della cultura.

Heda, clicca sull'immagine per ingrandirlaSalmeggia, clicca sull'immagine per ingrandirlaTra le iniziative proposte dal Museo, spicca la presentazione della donazione Daina de’ Valsecchi: venti tele, tra il XVI e il XX secolo, che grazie alla generosità di Graziella Gallinari Daina arricchiscono il patrimonio della Pinacoteca bergamasca. Tra i dipinti, recentemente restaurati da Eugenia De Beni e Minerva Tramonti Maggi grazie al contributo della Società di Gestione del Risparmio Anima di Milano, si potranno ammirare un Ritratto di gentildonna di Enea Salmeggia detto Il Talpino, due ovali di ambito del Magnasco e un altro di scuola di Fra Galgario.
Il restauro delle opere ha inoltre riservato la clamorosa scoperta di una firma: quella di Paolo Maria Bonomino, riapparsa sotto un bel Ritratto di un gentiluomo.

Altra interessante opportunità della Settimana, sarà l’ esposizione al pubblico di tre tavole di Ambrogio da Fossano detto Il Bergognone, appena restaurate da Antonio Benigni, Delfina Fagnani e Alberto Sangalli, grazie al Rotary Club Bergamo Centro.
Il restauro consente al pubblico di apprezzare nuovamente le cromie e la luminosità originarie di queste opere, che raffigurano San Giovanni Evangelista, Santa Marta e San Gerolamo.
Di particolare interesse è anche la riapertura, al primo piano del Museo, della saletta attigua alla Sala dell’Alcova, allestita nel 1962 da Luigi Angelini con bassorilievi fantoniani donati da Betty Ambiveri, e da anni non accessibile al pubblico.
Nell'ambito del programma di incontri organizzato dall'Ateneo di Scienze Lettere e Arti di Bergamo, intitolato ..UN PIANO D'ERBE E PIANTE ADORNO.. per una storia dei giardini a Bergamo tra XVI e XXI secolo, giovedì 6 aprile alle 15.30, il Museo proporrà una relazione di Maria Elisabetta Manca sul progetto presentato da Leopold Pollack al concorso per l'edificazione della nuova sede dell'Accademia Carrara (1804), e un intervento di Carola Agliardi sul progetto dello stesso architetto per il giardino di Villa Agliardi a Sombreno.
Infine, per tutta la settimana, i volumi editi dall’Accademia Carrara saranno in vendita al book-shop con uno sconto promozionale del 50%.
Tutte le opere restaurate e la Saletta Fantoni si potranno visitare, insieme alla raccolta dell’800, al primo piano del Museo, che nel corso della settimana rimarrà eccezionalmente aperto nei seguenti orari: tutti i giorni 10-13 e 14.30-17.30 (chiuso il lunedì).
L’ingresso è gratuito la domenica per tutti, e negli altri giorni per i visitatori sotto i 18 anni e oltre i 60.


CARNEVALE AL MUSEOPietro Longhi: Il ridotto
Pietro Longhi: Maschere e venditriceE' Festa a Palazzo per tutti i bambini della città. Martedì 28 febbraio, dalle 15 alle 17.30, in occasione del Carnevale, nel Salone d'onore del Museo si terrà un' insolita festa in maschera, organizzata dal Gruppo guide Giacomo Carrara e ideata da Graziella Mastrogiacomo.
Accompagnati tra le sale del Museo da misteriose mascherine, i piccoli ospiti si caleranno nell'affascinante atmosfera del carnevale veneziano. Attraversando le stanze dell'antica dimora scopriranno la magia, dipinta e raccontata, delle storie di pulcinella, di dame in abiti sgargianti, di gentiluomini dai neri mantelli e di piramidi umane. Protagoniste alcune importanti opere di Pietro Longhi (a sinitra Il ridotto), del Ceruti (a destra Maschere e venditrice), alcune vedute di Venezia animate da "pulcinellate" e alcuni dipinti normalmente non visibili ed esposti per l'occasione.
Nel laboratorio didattico del Museo i bambini saranno poi aiutati a realizzare in prima persona maschere tradizionali o stravaganti travestimenti, utilizzando materiali semplici e tanta fantasia. Una volta indossato il costume si darà il via alle danze nel Salone d'Onore dell'Accademia Carrara, sulle note di una musica di altri tempi. Laboratorio creativo per bambini dai 5 ai 12 anni. E' gradita la prenotazione al n° 035.399677.


ADOTTA UN DIPINTO TRA ARTE E ANTIQUARIATO.
In occasione del convegno organizzato da Bergamo Antiquaria lo scorso 30 gennaio 2006 , intitolato "L'antiquario: custode e garante per la tutela e la conservazione dei Beni Culturali“e organizzato dal Gruppo Mercanti d'arte Antica di Bergamo (per i testi degli interventi si rimanda al sito www.eosmercantidarte.it).
L'iniziativa segue l'intesa già stabilita tra l'Accademia Carrara e Bergamo Antiquaria con lo slogan "Adotta un dipinto", che ha promosso il restauro della cimasa del Polittico di Berbenno, opera di Andrea Previtali, raffigurante Gesù Cristo morto tra la Madonna e San Giovanni Evangelista.



home