calendario 1999
 
IL CATALOGO ON LINE DEI DIPINTI
www.accademiacarrara.bergamo.it

  
 Numerosi musei nel mondo sono presenti in Internet con propri siti. Pagine accattivanti, spesso graficamente raffinate, introducono alle diverse istituzioni fornendo profili generali, informazioni pratiche, una variata gamma di servizi e, meno frequentemente, visite virtuali alle collezioni. 
 Diversi di essi espongono ristrette rassegne di capolavori attraverso pagine statiche; pochi mettono a disposizione veri inventari o cataloghi delle opere conservate, consultabili in modo interattivo attraverso ricerche proposte dall’utente. 
 A quest’ultimo selezionato gruppo appartiene da oggi anche la Pinacoteca dell’Accademia Carrara di Bergamo con il suo ricco patrimonio, testimonianza della pittura dei secoli compresi tra il XV e il XIX, che annovera opere di Pisanello, Botticelli, Giovanni Bellini, Mantegna, Raffaello, Lotto, Moroni, Baschenis, Fra’ Galgario, Tiepolo, Canaletto, Piccio ... 
 Tutti i quattrocentottanta dipinti esposti al pubblico nelle sale della Pinacoteca sono ricercabili, singolarmente o per gruppi tematici, attraverso un’articolata gamma di voci fondamentali (ambito culturale, autore, soggetto, categoria iconografica, cronologia, tecnica, collocazione, provenienza) o tramite una più aperta ricerca a testo libero. 
 L’"help on line" ed una nutrita serie di liste terminologiche costantemente richiamabili agevolano l’utente, anche il meno esperto dei contenuti o dello strumento, nella consultazione. 
 Esito delle ricerche sono elenchi testuali delle opere o gallerie virtuali di immagini che danno accesso alla lettura di schede più analitiche, corredate da una notizia storico-critica e da due immagini in diverso formato. 
 Il Catalogo on line dei dipinti costituisce così il volto pubblico di un ben più articolato lavoro di ricerca e documentazione, curato da ormai due decenni da Francesco Rossi, Direttore della Pinacoteca, e confluito nella Banca Dati Catalografica delle collezioni, progettata da Matteo Panzeri, alla quale hanno collaborato, in varia forma, numerosi studiosi e ricercatori. 
 Questa Banca Dati, forte di oltre 1800 dipinti repertoriati, è aperta alla consultazione presso la Direzione dell’Accademia Carrara, e da essa sono automaticamente tratte le informazioni messe ora a disposizione in rete. L’attuale progetto di diffusione in rete è circoscritto a 480 opere, le più note perchè esposte al pubblico: in prospettiva, tuttavia, l’intero catalogo della Pinacoteca potrebbe essere messo a disposizione del vasto pubblico telematico e l’attuale periodo sperimentale consentirà il monitoraggio statistico dell’utenza, la verifica sull’effettiva utilità del servizio e la considerazione del dialogo elettronico possibile via e-mail, elementi che serviranno alla programmazione di ulteriori sviluppi ed approfondimenti. 
 L’attenta opera di promozione culturale svolta anche in questa occasione dal Credito Bergamasco e il competente supporto tecnico fornito da Bergamo On line, hanno reso possibile la realizzazione di un progetto che, per novità ed originalità, concorre a confermare il ruolo interpretato dall’Accademia Carrara in seno alla comunità internazionale dei musei. 
 

 Martedì 22 giugno alle ore 17.30, presso l'Accademia Carrara, l’iniziativa sarà presentata e illustrata con proiezione video da Francesco Rossi, Direttore dell’Accademia Carrara, e Matteo Panzeri, Coordinatore dei progetti informatici. 

 

 
 
 
 
 
 
 
home