Stiamo lavorando al nuovo sito
We are working on the new website



Accedi al sito attuale.
Go to the current website.
Accademia Carrara



 


Le Altre Storie @che_fare - Vota il progetto
16 Gennaio 2014 to 13 Marzo 2014

@che_fareL’Associazione per la Galleria d'Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo con la Pinacoteca di Brera, l’Accademia Carrara, il Museo del Novecento di Milano, Tramiteteatro e Storyville sono lieti di comunicare di essere nella rosa dei 40 progetti che hanno superato la prima selezione del bando "cheFare".
A questo punto abbiamo bisogno del sostegno di tutti voi: il vostro voto, infatti, è determinante per il secondo step del concorso. Miriamo a raggiungere la fase finale e sul sito di cheFare vi aggiorneremo costantemente con immagini, video e racconti di chi siamo e del progetto che sosteniamo.

Siamo il primo network di istituzioni pubbliche e private che si propone l’obiettivo di formare gruppi di mediatori museali stranieri e di rimuovere le cause di disuguaglianza per il pieno sviluppo della persona, avendo alle spalle un'esperienza pregressa condivisa che, partita dalla GAMeC di Bergamo, ha trovato nuove declinazioni sia nel campo dell'arte antica (nell'Accademia Carrara di Bergamo e nella Pinacoteca Nazionale di Brera a Milano), che nel campo del contemporaneo (nel Museo del Novecento di Milano), valorizzando lo strumento della narrazione con una comunicazione e un supporto di qualità, dato da Tramiteteatro e Storyville.

Per votare il progetto:

Le altre storie
Progetto numero 19
link: http://www.che-fare.com/progetti-approvati/le-altre-storie/

 
  Informazioni sulla BergamoCard, scarica il volantinoScopri i vantaggi della Bergamo Card, scarica il volantino .pdf (858Kb)
Informazioni generali e orari di visitaInformazioni utili e orari di visita
e contatti
 
 

Vincere il Tempo.
i Collezionisti: la passione per l'arte e il dono alla città.

banner di presentazione di Vincere il tempoMentre la monumentale sede neoclassica dell’Accademia Carrara di Bergamo è in restauro, l’esposizione della selezione maggiore delle sue raccolte, allestita dal 2008 nel Palazzo della Ragione di Bergamo Alta, lascia il posto a una nuova rassegna che ripercorre quella storia collezionistica che, inaugurata alla metà del XVIII secolo dal conte Carrara e tutt’oggi viva, fa ancora oggi della Pinacoteca un unicum nel panorama museale europeo.

Palazzo della Ragione, Sala delle Capriate
Piazza Vecchia, Bergamo Alta

 

2011/2012 ORARI DI APERTURA

Estivo: da giugno a settembre - martedì - domenica 10-21; sabato sino alle 23.
Invernale: da ottobre a maggio - martedì - venerdì: 9,30-17,30; sabato e domenica: 10-18.
Chiusura: lunedì non festivi, 25 dicembre, 1 gennaio.

 

BIGLIETTI

Intero: € 6,00; Ridotto e gruppi: € 4,00; Scuole, giovani card e family card: € 1,50
Agevolazione: Bergamo Card
Convenzione famiglie: Genitori biglietto intero, figli omaggio (fino a 18 anni compiuti)

PRENOTAZIONI GRUPPI E VISITE GUIDATE
tel. +39 035 21 80 41, negli orari lunedì - venerdì ore 9-18

 

COME RAGGIUNGERCI

Dalla stazione FS e dal centro città: autobus Linea 1 - cambio funicolare per Città Alta
autobus Linea 1A - Colle Aperto, Città Alta
Dallo Stadio: autobus Linea 3 - piazza Mercato delle Scarpe, Città Alta

INFORMAZIONI.
tel. +39 035.399677, negli orari di apertura della mostra

 

Organizzazione: COBE Direzionale S.p.A.

Con il sostegno di:
Camera di Commercio di Bergamo
Credito Bergamasco
Fondazione Credito Bergamasco

 
 

ACCADEMIA CARRARA: UN PROGETTO PER LA CITTÀ
Ciclo di incontri
a cura dell’Associazione Guide Giacomo Carrara

27 GENNAIO 2014
Claudia Sartirani - Maria Cristina Rodeschini - Accademia Carrara: un progetto per la città

10 FEBBRAIO 2014
Giovanni Romano l’ordinamento di un museo storico: un problema complicato
Attilio Gobbi Il progetto del nuovo allestimento

24 FEBBRAIO 2014
Massimo Ferretti Il ritratto: un filo rosso per il visitatore

3 MARZO 2014
Sandrina Bandera Il tardogotico lombardo nelle collezioni dell’Accademia Carrara

17 MARZO 2014
Giovanni Romano Due spiriti inquieti. Lotto e Cariani

31 MARZO 2014
Fernando Mazzocca Sfortuna e riabilitazione dell'Accademia: la pittura dell'Ottocento alla Carrara.

14 APRILE 2014
Massimo Ferretti Il dono di Federico Zeri: una raccolta di sculture nel museo del collezionismo

28 APRILE 2014
Giovanni Valagussa - Paolo Plebani Dalle collezioni agli allestimenti storici

5 MAGGIO 2014
Enrica Pagella Il patrimonio, gli spazi, i pubblici. Prove di percorso nella nuova Carrara

Scarica l'invito in formato .pdf (276 KB)

 
 

L’ULTIMA CENA DI ALESSANDRO ALLORI
IL RESTAURO

Alessandro Allori - L'ultima cenaPRESENTAZIONE

Mercoledì 18 settembre 2013, ore 17,30

Accademia Carrara
Sala dei Giuristi, Palazzo della Ragione
Bergamo Alta, Piazza Vecchia

Intervengono:

Claudia Sartirani, Assessore alla Cultura e Spettacolo del Comune di Bergamo
Angelo Piazzoli, Segretario Generale Fondazione Credito Bergamasco
Amalia Pacia, Soprintendenza ai Beni Storici, Artistici, Etnoantropologici
Giuseppe Napoleone, Soprintendenza per i Beni Architettonici e per il Paesaggio

Coordina: M. Cristina Rodeschini, Responsabile Accademia Carrara e GAMeC, direttore


Dopo un anno e mezzo si è concluso il restauro della monumentale tela con l’Ultima Cena del pittore fiorentino Alessandro Allori (olio su tela, cm. 213x742, firmato e datato 1582), restauro promosso e realizzato dalla Fondazione Credito Bergamasco.
Accanto al grande dipinto, in Palazzo della Ragione viene presentata anche la copia conservata dall’Accademia Carrara (olio su tela, cm 75x129), anch’essa restaurata per l’occasione.

Il restauro dell’Ultima Cena - eseguito da marzo 2012 a febbraio 2013 da Minerva Tramonti Maggi e Alberto Sangalli sotto la direzione di Amalia Pacia della Soprintendenza per i beni storici e artistici – con la rimozione delle vernici fortemente alterate che impedivano una corretta percezione di forme e colori originali, ha valorizzato a pieno l’equilibrio compositivo, il risalto cromatico, la ricchezza dei brani naturalistici del dipinto che, dalla soppressione decretata alla fine del Settecento del centro monastico di Astino, sua originaria collocazione, è stato custodito dalla Municipalità di Bergamo.
La monumentale tela, infatti, ornava il refettorio del Monastero vallombrosiano di Astino, situato in uno dei luoghi ambientalmente più suggestivi del sistema collinare che circonda la città di Bergamo. Commissionata dall’abate Calisto Solari, l’opera giunse a Bergamo da Firenze nel 1583. La composizione ispirata all’affresco di Andrea del Sarto per il convento di San Salvi a Firenze (1525 ca.), mette in scena i dodici apostoli riuniti per l’ultima volta intorno al Maestro in una composizione resa particolarmente animata dal dialogo tra i discepoli e dai colori sgargianti degli abiti. Il concatenarsi dei gesti degli apostoli converge, sia da destra che da sinistra, al centro verso la figura di Cristo.
Il dettaglio domestico della tovaglia bianca, con le pieghe regolari della stiratura, rimanda alla vita quotidiana della comunità religiosa. Sulla mensa si dispiegano piatti e bicchieri di raffinata fattura in cui sono disposti frutti di differenti qualità tra i quali si riconoscono cedri, castagne, mandorle, datteri, mele, pere.
La ritmata presenza sul desco di pane e vino, simboli eucaristici, ricorda con lievità ciò che si sta per compiere: il sacrificio di Cristo.

La Fondazione Credito Bergamasco, cui si deve il restauro del dipinto, si è contemporaneamente prodigata nel diffondere la conoscenza dell’opera, del suo autore e delle pratiche tecnico scientifiche applicate al suo restauro.

ALESSANDRO ALLORI – BIOGRAFIA
Nato a Firenze nel 1535, si forma nella bottega di Agnolo Bronzino, celebre pittore fiorentino. Intorno ai vent’anni Alessandro si trasferisce a Roma, dove rimane fino al 1559, studiando le testimonianze dell’antichità e le opere di Raffaello e Michelangelo. Ritornato a Firenze è nominato Accademico del Disegno e partecipa alle principali imprese collettive volute da Cosimo I de’ Medici: gli apparati per le esequie di Michelangelo (1564) e quelli per le nozze di Giovanna d’Austria con Francesco I, per il quale esegue anche alcune tele destinate al sontuoso Studiolo in Palazzo Vecchio (1570-1571). Alla morte di Bronzino, nel 1572, Allori eredita l’attivissima bottega del maestro. Due anni dopo succede a Giorgio Vasari, da poco scomparso, nel ruolo di pittore ufficiale della corte medicea, diventando in seguito anche direttore dell’Arazzeria. Su commissione della Misericordia Maggiore di Bergamo Allori realizza nove arazzi con i Misteri di Maria per la Basilica si Santa Maria Maggiore (1583-1586). Gli ultimi due decenni del Cinquecento lo vedono impegnato sia sul fronte della pittura sacra, sia su quello della decorazione profana, senza tuttavia tralasciare la ritrattistica. Negli anni che lo separano dalla morte, avvenuta a Firenze nel 1607, Allori attenua progressivamente le audacie compositive e coloristiche della sua formazione manierista a favore d’impaginati più semplici e classicheggianti e di un cromatismo che senza rinunciare ai timbri squillanti della tradizione fiorentina cinquecentesca, si apre con cautela al dato di realtà, secondo quei principi di decoro e di verosimiglianza caldeggiati dalla Controriforma.

INFORMAZIONI UTILI

Accademia Carrara – sede temporanea di Palazzo della Ragione
Piazza Vecchia, Bergamo Alta

ORARI DI APERTURA
martedì – venerdì 9.30-17.30; sabato e domenica 10-18 .

BIGLIETTI
Intero: € 6,00; Ridotto e gruppi: € 4,00; Scuole, giovani card e family card: € 1,50
Agevolazione: Bergamo Card
Convenzione famiglie: Genitori biglietto intero, figli omaggio (fino a 18 anni compiuti)

PRENOTAZIONI GRUPPI E VISITE GUIDATE: tel. +39 035.218041, negli orari lunedì - venerdì ore 9-18

INFORMAZIONI: tel. 035.399677, negli orari di apertura della mostra

UFFICIO STAMPA: B@bele Comunicazione
Barbara Mazzoleni > tel. 320.8015469 >info@ babelecomunicazione.it

 
  LA MADONNA DEL MANTEGNA: IL RITORNO A BERGAMO DOPO IL RESTAURO

Presentazione alla Galleria dell’Accademia di Firenze

banner di presentazione di Vincere il tempoLunedì 12 novembre 2012, ore 17.30,
Tribuna del David 13 novembre - 9 dicembre 2012

Presentazione a Bergamo

Giovedì 13 dicembre, ore 18.30
Bergamo Alta, Palazzo della Ragione/sede temporanea Accademia Carrara.

A cura di M. Cristina Rodeschini

Dopo quattro anni di assenza, la Madonna col Bambino di Andrea Mantegna dell’Accademia Carrara di Bergamo ritorna ad essere esposta al pubblico, a conclusione di un delicato e innovativo intervento di restauro progettato e realizzato dall’Opificio delle Pietre Dure di Firenze.
La presentazione in anteprima alla Galleria dell’Accademia di Firenze.
Per scaricare materiali di approfondimento e immagini in alta risoluzione www.babelecomunicazione.it

>>Scarica il comunicato stampa ( .pdf 84 Kb)

>>Scarica l'invito ( .pdf 104 Kb)

>>Scarica la scheda del restauro ( .pdf 62 Kb)

>>Scarica la presentazione dell'Assessore alla Cultura del Comune di Bergamo ( .pdf 46 KB)

 
 
----
Calendario delle attività 2013
Calendario delle attività 2012
Calendario delle attività 2011
Calendario delle attività 2010
Calendario delle attività 2009
Calendario delle attività 2008
Calendario delle attività 2007
Calendario delle attività 2006


Strutture e Attività correlate
Istituto culturale del Comune di Bergamo, l'Accademia Carrara, fondata nel 1796 dal Conte Giacomo Carrara nella duplice specie di Scuola di Pittura e Collezione d'Arte, è oggi articolata in tre unità:
Galleria d'Arte Moderna e Contemporanea Museo dell'Accademia Carrara Accademia Carrara di Belle Arti

 

 


Visione ottimale: 800x600